Bestseller No. 1
Kakuri - Pialla manuale giapponese Kanna, 42 mm
32 Reviews
Kakuri - Pialla manuale giapponese Kanna, 42 mm
  • Kakuri - Pialla manuale giapponese Kanna, 42 mm
Bestseller No. 2
Faithfull FAIPLANE4B, Pialla per livellare, in scatola di legno
10 Reviews
Bestseller No. 3
Defort Dep-900-R, Pialla Elettrica
29 Reviews
Defort Dep-900-R, Pialla Elettrica
  • Regolazione continua impostazione della profondità
  • Scanalature a V per abkanten degli angoli
  • Funzione di piegatura
  • Espulsione trucioli a sistema

Sempre più persone, per necessità, o per hobby, decidono di dedicare qualche ora della settimana ai lavori di bricolage. Tale scelta porta questi soggetti ad acquistare attrezzature che, un tempo, erano destinate quasi esclusivamente all’ utilizzo da parte di artigiani e professionisti del settore.

Gli amanti del legno, ad esempio, oltre ad un tavolo da falegname adeguato, indispensabile per operare in sicurezza, necessiteranno di una pialla.
Questo attrezzo, il cui impiego è necessario per lisciare e levigare le superfici in legno, è disponibile nella versione manuale oppure in quella elettrica, più moderna. E’ inutile dire che la pialla elettrica è quella più sfruttata negli ultimi anni: la comodità e la velocità che la contraddistinguono dalla pialla classica hanno un ruolo importante nella scelta d’ acquisto.
 L’ utilizzo di questo strumento è piuttosto semplice, ma è fondamentale assumere tutte le misure di sicurezza necessarie: dopo aver appoggiato la base dell’ attrezzo, detta suola, sulla superficie da trattare, è sufficiente premere il pulsante di accensione. Un ‘ impugnatura salda e decisa del macchinario, lo guiderà nel senso in cui si intende levigare il piano sottostante.
I modelli adatti a piccoli lavoretti di fai da te sono noti come pialletti: i quali, considerate le dimensioni ed il peso ridotti, eseguono perfettamente il compito richiesto senza, però, affaticare eccessivamente il lavoratore.
Una pialla di buona qualità vanta una potenza superiore ai 500 watt: tale fattore è in grado di garantire un lavoro continuo anche su superfici di grande estensione.
Un altro elemento che occorre prendere in considerazione, durante lo studio che precede l’ acquisto di una pialla, è la profondità di taglio.

Un valore adeguato ai lavori di bricolage e fai da te si aggira intorno ai 3 mm, ed è regolabile tramite una manopola posta sopra l’ apparecchio; in questo modo è possibile effettuare interventi più o meno precisi a seconda delle esigenze.
Osservando i vari modelli di pialle proposti in vendita nei numerosi negozi specializzati è possibile notare la grande differenza strutturale; quelli da preferire vedono una struttura compatta ed una dimensione proporzionale alla superficie da trattare, onde evitare l’ acquisto di un prodotto troppo pesante o di scarsa maneggevolezza.
Un’ ultima accortezza che è necessario avere prima di procedere con l’ acquisto riguarda la manutenzione: dopo alcuni utilizzi, le lame della pialla necessitano di essere sostituite; un’ azienda venditrice seria e competente offre un servizio di assistenza in caso di necessità.