Chiodatrici

Chiodatrici

Bestseller No. 1
Mannesmann M15350 Inchiodatrice ad aria compressa con raccordo per compressori
238 Reviews
Mannesmann M15350 Inchiodatrice ad aria compressa con raccordo per compressori
  • Inchiodatrice ad aria compressa con raccordo per compressori
  • Pressione di lavoro 4-8 bar
  • Consumo di aria 0,6 l/colpo
  • Capacità di immagazzinaggio: 100 chiodi
  • In pratica valigetta di plastica, con 500 chiodini da 30 mm
Bestseller No. 2
Einhell 4000830815 DTA 25/2 Graffatrice ad Aria Compressa, Nero/Rosso/Acciaio Inossidabile
135 Reviews
Einhell 4000830815 DTA 25/2 Graffatrice ad Aria Compressa, Nero/Rosso/Acciaio Inossidabile
  • Impugnatura antiscivolo a basse vibrazioni
  • Struttura in alluminio pressofuso
  • Controllo dello stato del caricatore
  • Scarico aria girevole
  • Beccuccio di sicurezza
Bestseller No. 3
Mannesmann M15351 - Chiodi in stecca per sparachiodi ad aria compressa
93 Reviews
Mannesmann M15351 - Chiodi in stecca per sparachiodi ad aria compressa
  • 6000 chiodi per chiodatrice pneumatica
  • 2000 chiodi, lunghezza: 20 mm
  • 2000 chiodi, lunghezza: 35 mm
  • 2000 chiodi, lunghezza: 50 mm
  • Totale: 6000 punti, diametro: 1,25 mm, diametro testa: 1,9 mm

Negli ultimi anni le persone che, lentamente, si sono avvicinate al gratificante mondo del fai da te sono molteplici.

chiodatrice-migliore
Le cause di questo, un tempo inusuale, hobby sono molto pratiche: complice la crisi, che sembra non volersi attenuare, un lavoro svolto da professionisti del settore può rivelarsi anche parecchio dispendioso a livello economico; la medesima operazione, eseguita in autonomia, può rivelarsi conveniente e gratificante una volta considerato il risultato.
Alcuni degli articoli che hanno riscosso maggiore successo, secondo le grandi catene internazionali di negozi di bricolage sul suolo italiano, sono le chiodatrici e le cucitrici.
Entrambe, come è facile intuire dal nome, hanno lo scopo di fissare un elemento, in questo caso chiodi o graffette, ad una superficie, al fine di unire più materiali.
Per comprendere quale modello si addice in modo migliore alle proprie esigenze è fondamentale imparare a conoscerne le precise differenze.
Le chiodatrici, che possono essere pneumatiche, elettriche o a batteria, risultano particolarmente indicate per lavori di una certa entità.

Esse, tra quelle destinate ad un uso non professionale, si suddividono in due categorie: macchine leggere e macchine medie.

Le prime sono destinate ad un utilizzo che richiede velocità e precisione: l’ ancoraggio di battiscopa in legno, la rifinitura di pellami o per il fissaggio di elementi calzaturieri.

I chiodini che vengono utilizzati per questi compiti possono raggiungere un diametro massimo di 1,25 mm e sono sprovvisti di testa, al fine di donare un risultato quasi invisibile.

Queste chiodatrici leggere sono alimentate ad aria compressa e, le migliori in commercio, raggiungono una potenza compresa tra i 5 ed i 6,5 bar. Le chiodatrici medie, invece, possono eseguire lavori più importanti, attraverso l’ utilizzo di chiodi con testa a vista. La loro potenza, che è maggiore rispetto ai modelli precedenti, rende queste attrezzature in grado di fissare gli incastri di armadietti e piccoli mobili, oltre che cornici e decorazioni in legno.
Se, invece, i lavori che si andranno a svolgere tramite l’ impiego di queste attrezzature sono più leggeri è preferibile orientare le proprie scelte verso una cucitrice: esse, più economiche e maneggevoli, sono particolarmente indicate per i lavori saltuari, poichè lo sforzo fisico richiesto è importante, in quanto tale elemento si presenta privo di alimentazione.
Il fissaggio con le cucitrici avviene tramite l’ utilizzo di graffette della dimensione di un filo sottile e possono raggiungere altezze inferiori ai 16 mm. A causa di queste caratteristiche, tali attrezzature, si rivelano molto utili per il fissaggio di elementi quali tappezzerie e tappetini isolanti per pavimentazioni in legno.

 

1 Star2 Stars (No Ratings Yet)
Loading...