Home » casa » Cucina » elettrodomestici » Ferro da stiro

Ferro da stiro

Nella scelta di un ferro da stiro entrano in gioco diversi fattori: la sua potenza, i consumi, il materiale della piastra, la presenza o meno di una caldaia, l’impugnatura e il peso.

Tutti questi elementi possono differenziare un buon ferro da stiro da un modello più scarso. Ed è per questo che sul commercio esistono ampie fasce di prezzo per rispondere alle esigenze di ognuno.

Migliori 10 Ferri da stiro

Offerta del Giorno 25%1
Imetec ZeroCalc Z1 2800 Ferro da Stiro con Tecnologia Anticalcare,...
2.065 Leggi tutte le recensioni
Imetec ZeroCalc Z1 2800 Ferro da Stiro con Tecnologia Anticalcare,...
  • Tecnologia ZeroCalc: due protezioni anticalcare che contribuiscono a...
  • Piastra in ceramica multiforo da 2200 W ad alta scorrevolezza e...
  • Colpo di vapore da 130 g
Offerta del Giorno 9%2
Rowenta DW5225 Focus Excel Ferro da Stiro a Vapore, Potenza 2700 W,...
1.523 Leggi tutte le recensioni
Rowenta DW5225 Focus Excel Ferro da Stiro a Vapore, Potenza 2700 W,...
  • Potenza: 2700 w
  • Nessuna macchia di acqua sulla biancheria
  • Resistenza ai graffi
3
Rowenta DW6040 Eco Intelligence Ferro da Stiro a Vapore, Erogazione...
1.700 Leggi tutte le recensioni
Rowenta DW6040 Eco Intelligence Ferro da Stiro a Vapore, Erogazione...
  • Potenza 2500 W
  • Colpo Vapore da 180 g
  • Piastra Microsteam400 HD 3De dotata di 400 micro-fori per una migliore...
Offerta del Giorno 33%4
Imetec 9246 ZeroCalc Ferro da Stiro, Tecnologia Anticalcare, Piastra...
1.236 Leggi tutte le recensioni
Imetec 9246 ZeroCalc Ferro da Stiro, Tecnologia Anticalcare, Piastra...
  • Tripla protezione dal calcare Zerocalc: contribuisce a prolungare la...
  • Piastra in acciaio Inox multiforo ad alta scorrevolezza da 2400 W
  • Potente colpo di vapore 150 g
5
h.koenig V5i Ferro da Stiro, 2400 W, 1.7 Litri, 90, plastica, Metallo,...
4.706 Leggi tutte le recensioni
h.koenig V5i Ferro da Stiro, 2400 W, 1.7 Litri, 90, plastica, Metallo,...
  • Il massimo della potenza: 2 400 w; potenza vapore: 6 bars
  • Emissione di vapore: 90 g / min
  • Sistema di vapore continuo, serbatoio estraibile per una ricarica...
Offerta del Giorno 35%6
Polti Vaporella Simply VS10.10, Ferro da Stiro Generatore di Vapore...
893 Leggi tutte le recensioni
Polti Vaporella Simply VS10.10, Ferro da Stiro Generatore di Vapore...
  • Ferro generatore di vapore ad autonomia illimitata, pressione Pompa...
  • Serbatoio estraibile XL da 1.5 L per lunghe sessioni di stiratura
  • Riscaldamento rapido 2 minuti, funzione ECO per limitare i consumi
7
KotiCidsin Ferro da stiro, 2700 W Ferro da stiro a vapore, 25s rapido...
15 Leggi tutte le recensioni
KotiCidsin Ferro da stiro, 2700 W Ferro da stiro a vapore, 25s rapido...
  • ◆〖Grande potenza〗2700 W di alta potenza, può essere riscaldato...
  • ◆〖Grande Piastra ceramica〗Il piatto in ceramica largo e piatto...
  • ◆〖Controllo preciso della temperatura〗 Il sistema antigoccia...
8
Rowenta VR5020 Easy Steam Liberty Ferro da Stiro Generatore di Vapore,...
546 Leggi tutte le recensioni
Rowenta VR5020 Easy Steam Liberty Ferro da Stiro Generatore di Vapore,...
  • Stira più velocemente: rowenta liberty genera il doppio del vapore...
  • Ampio serbatoio da 1,2l a riempimento continuo: perfetto per stirare...
  • Design compatto, appena più grande di un ferro a vapore
9
Rowenta DX1530 Effective 2, Ferro da Stiro a Vapore, con Anticalcare...
501 Leggi tutte le recensioni
Rowenta DX1530 Effective 2, Ferro da Stiro a Vapore, con Anticalcare...
  • Colpo vapore: 100 g
  • Erogazione continua del vapore: 30 g
  • Potenza: 2200 W
10
Rowenta DE5010 Freemove Ferro da Stiro a Vapore Senza Filo, 2400W,...
1.429 Leggi tutte le recensioni
Rowenta DE5010 Freemove Ferro da Stiro a Vapore Senza Filo, 2400W,...
  • Tecnologia senza filo
  • Ricarica rapida
  • Base ergonomica

Recensioni

Ferro da stiro a caricamento continuo

De'Longhi VVX2370D.VAP Sistema Stirante, Caricamento Continuo
8 Leggi tutte le recensioni
De'Longhi VVX2370D.VAP Sistema Stirante, Caricamento Continuo
  • Storage di cavo
  • Capacità di reservorio di acqua (1,2L)
  • Funzione di vapore verticale


restando nell’ambito dei ferri da stiro con caldaia, questo gioiellino della De Longhi ha una capacità di 1,2 litri e il serbatoio rimovibile.

E’ presente un sistema automatico anticalcare e la piastra ha un sistema Dual Vap: si può scegliere se puntare il vapore solo sulla punta o su tutta la piastra.

Ferro da stiro a caldaia

Ferro da stiro a caldaia Tefal GV7310 Express Compact, colore bianco e...
73 Leggi tutte le recensioni
Ferro da stiro a caldaia Tefal GV7310 Express Compact, colore bianco e...
  • Colore: Blu / Bianco
  • Garanzia: 2 anni (s)
  • Potenza: 2200 watt

la capienza del serbatoio (1,6 litri) e l’emissione verticale del vapore rendono questo ferro da stiro con caldaia un ottimo acquisto.

Impugnatura ergonomica e piastra Ultragliss Diffusion per stirare comodamente e puntando il vapore su ogni angolo del tessuto.

 Stirella Ferro da Stiro con Caldaia

De'Longhi VVX1847 Stirella Ferro da Stiro con Caldaia a Carica...
173 Leggi tutte le recensioni
De'Longhi VVX1847 Stirella Ferro da Stiro con Caldaia a Carica...
  • Piastra inox dual: piastra esterna con rivestimento ceramico per avere...
  • Vapore ad alta pressione 6 bar a tutta piastra per stirare velocemente...
  • Vapore continuo 120 g/minuto e getto di vapore extra 200 g/minuto per...

ecco un altro prodotto De Longhi particolarmente apprezzato.

La possibilità di emettere il vapore in verticale, la doppia piastra Dual in acciaio inox e la capienza della caldaia di 1 litro, fanno di questo ferro da stiro un elettrodomestico efficiente e pratico.

Ferro da Stiro a Vapore

Offerta del Giorno 6%
Rowenta DW6010D1 Ferro da Stiro a Vapore, 2400 W, 180, Acciaio...
7.318 Leggi tutte le recensioni
Rowenta DW6010D1 Ferro da Stiro a Vapore, 2400 W, 180, Acciaio...
  • Modalità Eco per un migliore risparmio energetico, fino al -30%
  • 2400 W di potenza per un rapido riscaldamento e getto di vapore fino a...
  • Punta di precisione per rimuovere tutte le pieghe e raggiungere...


cambiando genere e andando su modelli più economici e senza caldaia, questo ferro da stiro consente un risparmio energetico del 30%. Tutto il vapore viene concentrato in maniera uniforme sotto la piastra grazie alla funzione Microsteam 400 3D Eco laser.

Molto utile l’impugnatura soft touch per non appesantire il braccio durante la stiratura.

FERRO ECO acciaio inossidabile

questo ferro da stiro è uno dei più venduti nella fascia di prezzo più bassa. Fa l’essenziale, scorre bene sui tessuti, il vapore è regolabile e consente anche la stiratura verticale. L’ideale per chi si accontenta e vuole un prodotto leggero e maneggevole.

Cos’è il ferro da stiro

Il ferro da stiro è uno degli elettrodomestici più acquistati in assoluto. Ne esistono tanti in commercio, con caratteristiche differenti, pensati per rispondere alle diverse necessità ed esigenze. Nel complesso, si tratta un prodotto del quale è impossibile fare a meno.

Elimina le pieghe dagli abiti, molto frequenti quando i panni si sono appena stesi, a mano, in lavatrice o nell’asciugatrice.

Oggi è uno strumento presente in quasi tutte le case, e permette di migliorare l’estetica dei capi e garantirne un utilizzo prolungato nel tempo. Gli abiti stirati, infatti, durano più a lungo, mentre gli asciugamani vengono ulteriormente igienizzati dal calore.

Sul mercato esistono varie tipologie e modelli di ferri da stiro, pensati per ogni esigenza e necessità. Si differenziano per caratteristiche e peculiarità specifiche, tra cui frequenza di utilizzo e la disponibilità di spesa. In questo modo, sarà più semplice decidere il dispositivo a cui affidarsi, efficiente e di semplice utilizzo.

Come scegliere il miglior ferro da stiro?


Il ferro da stiro è uno strumento essenziale, del quale è difficile fare a meno. Quando si tratta di scegliere, bisogna sempre valutare alcuni fattori: oltre ad elementi già citati come la frequenza di utilizzo e la disponibilità di spesa, è opportuno fare riferimento anche ad altri criteri. Uno di questi riguarda senza dubbio lo spazio a disposizione e la composizione del nucleo familiare. Infatti, è difficile credere che una famiglia molto numerosa abbia le stesse necessità di una persona che vive da sola. Lo stesso vale per le dimensioni dell’ambiente: se la casa in cui si vive è piccola, facilmente si opterà per un dispositivo pratico e comodo, di dimensioni non eccessive.

Quale scegliere e perché

In linea generale si evidenziano due grandi famiglie di ferri da stiro: i ferri con serbatoio interno e quelli con caldaia separata.
I primi, come suggerisce il nome, hanno un serbatoio posizionato nella parte interna: questo non garantisce una grande autonomia, quindi è sconsigliato per chi ne fa un utilizzo molto frequente.

Costituisce invece la soluzione ideale per chi ha bisogno di stirare un numero molto limitato di capi e ha bisogno di un prodotto maneggevole, facilmente trasportabile e silenzioso.

Il ferro da stiro è infatti dotato di tasto che permette di regolare il vapore, utilissimo per i capi difficili e con tante grinze. Si consiglia soprattutto per chi non dispone di tanto spazio e desidera stirature rapide e veloci. Il limite di questo prodotto, oltre alla scarsa autonomia, riguarda la capienza del serbatoio, che si aggira generalmente intorno ai 300ml.

I ferri con caldaia separata, invece, sono quelli più moderni e professionali. Sono dotati infatti di una piastra in metallo, fornendo il massimo calore e pressione in fase di stiraggio.

La caldaia è regolabile manualmente e, nei modelli più recenti, sono previste sia una forma automatica di pulitura del calcare, sia la modalità eco, per ridurre notevolmente i consumi.
L’aspetto negativo di questo prodotto riguarda invece le dimensioni: nella maggior parte dei casi si tratta di strutture di grosse dimensioni e ingombranti, difficilmente trasportabili.

Tipologie

Oltre ai due generi più diffusi, esistono altre proposte, pensate per alcune necessità specifiche. Una soluzione molto apprezzata sono i ferri da viaggio: è l’ideale per apparire impeccabili, soprattutto quando si ha a che fare con spostamenti frequenti, per lavoro o per piacere. In generale, è molto utile perché si utilizza in maniera intuitiva, il peso non è eccessivo e agisce in pochi secondi, appianando tutte le grinze. Chiaramente, essendo un prodotto da utilizzare in maniera sporadica, non avrà l’efficienza di un ferro da stiro normale, anche perché non può raggiungere temperature troppo elevate.

Altra possibilità sono invece i ferri a stirata verticale, ideali per chi non dispone di una superficie piana sulla quale appoggiarsi.

Questo genere di ferro da stiro funziona attraverso l’emissione di vapore e dà la possibilità di stirare un alto numero di panni e indumenti, da appendere a una apposita gruccia. Si tratta di un prodotto salva-spazio, pratico e poco ingombrante. In più è molto leggero e non affatica chi lo utilizza, anche se per periodi prolungati. Si scalda con molta rapidità, garantendo un basso consumo energetico e molta autonomia.

Un aspetto negativo di questo prodotto può essere il prezzo, piuttosto elevato. A ciò si aggiungono due fattori: la difficoltà a togliere le pieghe da parti molto piccole (colletti, polsini) e il fatto che si trasportino con difficoltà.

Cosa considerare prima dell’acquisto


Un aspetto di primaria importanza quando si vuole acquistare un nuovo ferro da stiro è la struttura.

Quelli con serbatoio interno o da viaggio sono maneggevoli, mentre quelli con caldaia esterna richiedono più spazio e si rivelano spesso meno pratici. Altro aspetto da non tralasciare è il peso: lo stiraggio a lungo andare può affaticare il braccio; meglio quindi optare per un ferro resistente, ma non eccessivamente pesante.

Molto importante è anche l’impugnatura, meglio se ergonomica. I ferri moderni, pur essendo sicuri, possono cadere: in questo caso si consiglia un’impugnatura antiscivolo, pensata per una presa salda. Va considerato positivamente la presenza di un cavo girevole, che dà la possibilità di muoversi liberamente. In alcuni casi si può addirittura scollegare: è il caso del funzionamento cordless, ideale per effettuare le operazioni di stiraggio in assoluta tranquillità.

Ferro da stiro: importanza del vapore

Il vapore è un altro elemento da considerare, perché influisce in maniera significativa sul risultato dello stiraggio. Esistono, in generale, tre parametri per identificare la tipologia di vapore: quello a erogazione continua, il colpo a vapore o supervapore e il vapore verticale.

  • Il vapore a erogazione continua (o vapore variabile) riguarda direttamente l’utilizzo del ferro, influenzandone la scorrevolezza. Dipende dalla marca del ferro da stiro, in ogni caso si consiglia di non scendere sotto i 30 g/min e i 50 g/min di vapore continuo. Se il valore è troppo basso, si rischia di riscontrare difficoltà in fase di stiraggio.
  • Il colpo di vapore è quel getto potente che si può utilizzare in maniera saltuaria per eliminare le pieghe più resistenti. Viene azionato tramite un apposito pulsante e il valore ideale si aggira attorno ai 180 g/min
    e i 210 g/min.
  • Il vapore verticale si utilizza su capi molto grandi, come tende o lenzuola. Quasi tutti i ferri moderni dispongono di questa possibilità, particolarmente utile quando si ha a che fare con superfici ampie.


Altre informazioni: capienza del serbatoio


La capienza dipende molto dalla tipologia di ferro e dalla marca. In generale, quelli con serbatoio incorporato posso contenere dai 130 ai 600 ml di acqua, mentre quelli a caldaia esterna arrivano a contenere fino ad un litro in più.

Autonomia: perché è importante nei ferri da stiro

I normali ferri da stiro hanno un’autonomia limitata, di due ore al massimo. Al termine delle due ore il ferro deve rimanere inutilizzato, diversamente da quanto accade per quelli a caldaia esterna. Maggiormente professionali, dispongono di un sistema a ricarica continua e sono pensati per non interrompere mai l’attività di stiraggio.

Funzione anticalcare

E’ un accessorio presente nei ferri più recenti, pensato per evitare malfunzionamenti dei ferri da stiro. In zone dove l’acqua è ricca di calcare, sono più frequenti i malfunzionamenti a caldaie esterne o serbatoio interno. Per evitare che il calcare si accumuli, rendendo impossibile o difficoltosa l’uscita di vapore, è prevista una funzione pulente, da effettuare una volta al mese.

Funzione antigoccia

Si rivela utile nel caso in cui di debba stirare temperature medio-basse. In questo modo, infatti, il ferro evita di produrre gocce, legate alla difficoltà di generare vapore.

Funzione di spegnimento automatico

Si tratta di un’impostazione di sicurezza che spegne il ferro quando si trova in dimensione verticale. Nei dispositivi più moderni, esiste anche lo spegnimento automatico in posizione orizzontale, che si aziona dopo alcuni secondi di inattività del ferro.

Funzione di regolazione della temperatura

Altra impostazione molto utile per stirare i propri indumenti, senza però bruciarli. Nei ferri più recenti si regola in maniera automatica, in quelli tradizionali ciò avviene manualmente.

Potenza

Per quanto riguarda la potenza, i ferri a caldaia esterna aiutano a stirare meglio e più in fretta, dal momento che emettono una quantità di vapore maggiore rispetto a quelli tradizionali. I valori di riferimento vanno dai 2,2 kW fino a 2,8 kW.

Consumi

Da considerare la funzione ECO, che permette di ridurre in maniera significativa i consumi. In generale, un’ora di stiraggio intensiva consuma circa 0,30€.

Piastra

Il materiale della piastra determina in maniera significativa il funzionamento del ferro e le modalità di propagazione del calore. I più diffusi sono

  • acciaio: pratico e più affidabile nel lungo periodo;
  • teflon: il più fluido in assoluto;
  • alluminio: molto leggero, ma per niente omogeneo;
  • ceramica: dimensioni ridotte, ma risultati all’altezza.

Un altro aspetto importante sono la forma e le dimensioni della piastra: quella più piccola si utilizza più facilmente e il calore si disperde con maggiore difficoltà, mentre una piastra più ampia garantisce risultati migliori, anche se pesa di più. In alcuni casi sono presenti i fori della piastra, da cui fuoriesce il calore. Devono essere ben distribuiti e equidistanti, in modo da garantire un risultato impeccabile.

Manutenzione e pulizia del ferro da stiro

E’ fondamentale occuparsi di tutto l’aspetto relativo alla manutenzione e pulizia, in modo che il ferro risulti efficiente nel lungo periodo e per evitare l’accumulo di calcare.
Esistono due tipologie di pulizie del ferro da stiro:

  • ordinaria: da effettuare tutte le volte e riguarda le comuni pratiche di pulizia;
  • straordinaria: come nel caso della funzione anticalcare, si può effettuare una volta al mese circa;
  • della piastra: per scongiurare la presenza di macchie, che rischiano di rallentarne il funzionamento.

Domande frequenti

In molti si domandano ogni quanto si debba cambiare il ferro da stiro. Non c’è una durata precisa, in generale però un buon ferro da stiro, se manutenuto correttamente, può durare diversi anni. I segnali di malfunzionamento più frequente riguardano la mancata produzione di vapore o il mancato riscaldamento dell’acqua. Proprio per questo motivo, bisogna pulire serbatoio e piastra del ferro dopo ogni utilizzo, almeno con le norme igieniche di base. In realtà, nonostante i vari punti di vista, decidere se acquistare un ferro tradizionale o a caldaia dipende esclusivamente dalle proprie necessità. Bisogna considerare che un serbatoio pieno ha una durata variabile, che può arrivare fino a diverse ore. Per non interrompere la stiratura, meglio optare per la caldaia esterna, che assicura continuità. In generale, qualsiasi tessuto può essere stirato, purché si rispettino le temperature indicate e le peculiarità dei singoli tessuti.

Marche

Ferro da stiro rowenta

Ferro da stiro philips

Ferro da stiro Polti

Ferro da stiro Imetec

Ferro da stiro Ariete

Ferro da stiro Bosch

Last update on 2020-10-28 / Affiliate links / Images from Amazon Product Advertising API

Lascia un commento

Torna su