Bestseller No. 1
Super fertilizzante liquido concentrato Orchid Focus Fioritura 300 ml
9 Reviews
Super fertilizzante liquido concentrato Orchid Focus Fioritura 300 ml
  • Preparato con tutti i 14 nutrienti essenziali
  • Orchid Focus Fioritura è caratterizzato da più elevati livelli di fosforo e potassio per sostenere e prolungare un'abbondante fioritura
  • Contiene alti livelli di acido umico e acido fulvico per una maggiore fertilità del terriccio e una crescita sana e rigogliosa
  • Facilissimo da usare e con risultati sorprendenti
  • Orchid Focus non contiene urea, che può essere nociva per le orchidee epifite
  • Si consiglia di usare acqua piovana pulita o acqua di rubinetto: diluire Orchid Focus nella dose consigliata di 5 ml per 2 litri di acqua e mescolare con cura
  • Disponibile in flaconi da 100 ml, 300 ml e 1 litro.
Bestseller No. 2
BioBizz Bio-Grow Fertilizzante 500ml
18 Reviews
BioBizz Bio-Grow Fertilizzante 500ml
  • Promuove una crescita lussureggiante ed è adatto alla maggior parte delle miscele di terreno
  • Nutrimento biologico per terriccio e fibra di cocco
  • Fertilizzante e attivatore del suolo: utilizzabile con sistemi di irrigazione a goccia (non è adatto a colture con tecnica NFT e impianti a goccia con tubi di diametro uguale o inferiore a 4 mm)
  • Può essere utilizzato nella tarda fioritura come tonico per le piante
  • Disponibile in flaconi da 500 ml, 1 L, 5 L e 10 L
Bestseller No. 3
Seramis 1174458 Speciale mistura granulare per orchidee, 7 litri
41 Reviews
Seramis 1174458 Speciale mistura granulare per orchidee, 7 litri
  • Mix di granuli di argilla, corteccia e microelementi.^La struttura aperta permette l'aerazione ottimale delle radici sensibili e consente di trattenere al meglio l'acqua.^Impedisce il ristagno dell'acqua e la putrefazione delle radici.^Una fonte aggiuntiva di calcio assicura una crescita sana.^Svasare è facile soprattutto prima e dopo la fase di fioritura.

Il mondo del giardinaggio è un contesto variegato ed affascinante. Per ottenere però ciò che si vuole, che si tratti di piante, di fiori particolari o di orticelli e piccoli frutteti, bisogna tener conto delle diverse caratteristiche dei vegetali con cui si entra in contatto.

Farmer is pouring chemical fertilizer

E’ importante sapere, ad esempio, che fertilizzanti e concimi non sono tutti uguali e proprio in base a questo la scelta del consumatore deve orientarsi verso prodotti differenti, in grado di aiutarlo in modo efficace nei suoi intenti.

Ma cosa sono fertilizzanti e concimi? Essi sono sostanze ricche di elementi significativi che aiutano a nutrire in modo adeguato le piante, sia che si tratti di quelle presenti sul nostro balcone, sia che si parli dei grandi campi coltivati. Una prima suddivisione tra fertilizzanti e concimi può essere fatta tra gli organici, i minerali e la miscela organominerale
. I fertilizzanti organici sono quelli che si ottengono dall’attività biologica, mentre i minerali vengono creati a livello industriale. Le miscele organominerali hanno in sè proprietà sia del primo gruppo che del secondo.

Come capire qual è l’alternativa vincente per quanto riguarda le nostre piante? La scelta più oculata sarebbe quella di chiedere ad un agronomo, che si preoccuperà di fare un analisi del terreno e di capire quindi di che cosa ha bisogno perché le vostre piante possano crescere al meglio. In questo modo saprete quali elementi dargli e quindi quali tipi di fertilizzante utilizzare. Bisogna tenere in considerazione che ogni concime contiene al suo interno
macroelementi, mesoelementi ed infine microelementi.

I primi sono dei nutrienti fondamentali per la salute delle vostre piante. I macrolelementi sono l’azoto, il fosforo e il potassio. I concimi possono contenere da uno a tutti e tre gli elementi, combinati ovviamente con altre sostanze. L’azoto è rilevante quando si tratta della crescita di foglie e boccioli, il fosforo ed il potassio sono fondamentali per lo svilupparsi di fiori e frutti. Gli altri elementi sopra citati, ovvero i microelementi (come il magnesio) ed i mesoelementi (come ad esempio lo zinco), rafforzano l’azione dei macro. I fertilizzanti possono poi essere presenti in formulazione granulare o liquida. Il primo tipo ha un rilascio di sostanze più lento ed è l’ideale ad esempio per prati e manti erbosi, mentre i secondi vengono impiegati maggiormente quando si tratta di piante e fiori d’appartamento.

Ma cosa deve contenere il fertilizzante da utilizzare? Per prati e manti erbosi avrete bisogno di un concime che presenti tra i suoi elementi ferro e magnesio, mentre per quanto concerne le piante di fiori e frutti, se queste stanno fiorendo l’alternativa migliore è data da un fertilizzante che contenga fosforo e potassio. Per quanto riguarda invece le piante d’appartamento che crescono all’interno di vasi medio-grandi ci sono sul mercato fertilizzanti altamente specifici per ogni tipologia, in formato liquido.