La migliore armonica a bocca

Chi di noi non si è immaginato almeno una volta con un’armonica in bocca ad imitare quel personaggio che avevamo visto al cinema convinti che fosse facilissimo riprodurre una melodia accettabile?

In effetti, l’armonica a bocca è uno di quegli strumenti musicali piccoli e comodi da portare con sé – basta la tasca della camicia o quella del jeans – ma, soprattutto, facile da suonare perché, in alcuni casi, basta un pò di passione e di talento per poter imparare da autodidatti.
Nella diffusione di questo strumento, tanta influenza hanno avuto anche il talento e

la maestria di molti cantautori folk e blues nel suonarlo e affascinandoci sia con pezzi da solisti che all’interno dell’armonia di un gruppo.

Ma vediamo di capire meglio di che tipo di strumento si tratta e come funziona per avvicinarcisi con la giusta consapevolezza.

E’ vero, potrebbe anche sembrare semplice da suonare, ma, come ogni autentico strumento musicale che si rispetti, l’armonica a bocca può rivelarsi complicata da suonare e da scegliere.

Ne esistono di svariati modelli e tipi, ognuna con il suo personale suono e il suo prezzo.

L’armonica a bocca è uno strumento a fiato dal meccanismo semplicissimo: l’aria che si soffia o si aspira al suo interno fa vibrare delle lamine e questa vibrazione produce il suono. Sostanzialmente esistono due tipi di armonica a bocca

  • ARMONICA DIATONICA
  • ARMONICA CROMATICA

e conoscerne le differenze può essere utile per scegliere quella più adatta alle proprie esigenze e alla passione che si decide di dedicare a questo strumento.

Prodotto Sponsorizzato.  2021-02-22

L’armonica a bocca diatonica è quella privilegiata da coloro che si avvicinano ad essa senza tante pretese, con la semplice voglia di cominciare ad imparare a suonarla senza tanti virtuosismi. Ciò accade perché in questo tipo di armonica, lunga circa dodici centimetri e costituita da dieci fori che permettono di suonare fino a venti note, è molto semplice spirare ed aspirare l’aria, in questo modo si riesce ad imparare a suonarla in molto meno tempo.

Se si vuole poi suonare l’armonica a bocca diatonica all’interno di una band è consigliabile averne con sè almeno un paio di diverse tonalità, in modo da poter eseguire più melodie e non limitarsi solo ad un certo gruppo di brani.

L’armonica a bocca cromatica, costituita da dodici fori, invece, è presa in considerazione da tutti coloro che vogliono imparare a suonare questo strumento in maniera professionale perchè consente di eseguire tutte le tonalità e, quindi, di cimentarsi con qualsiasi genere musicale.

Se poi siamo in grado di suonare anche la chitarra, con l’acquisto di un supporto per l’armonica a bocca da mettere al collo possiamo suonare entrambi gli strumenti come dei veri esperti.

Torna su