La migliore gabbia per uccelli

Prodotto Sponsorizzato.  2021-02-20

Guida all’acquisto della migliore gabbia per uccelli

Prima di tutto praticità e pulizia|

Gli uccelli, di ogni tipo e varietà, sono tra gli animali domestici e da compagnia più comuni e amati. Questi animali, pur con le loro differenze, prediligono stare in compagnia e si legano alla persona che si occupa di loro. Per godere di buona salute, devono poter vivere in gabbie adatte alle loro necessità: prima di tutto pulite, ma anche create ad hoc per le loro esigenze e per quelle di chi se ne occupa.
Proprio per tali ragioni, è importante che canarini, pappagalli e ogni altra specie, possano stare in una gabbia adeguata allo spazio disponibile e ideale per la loro gestione.
Ecco che allora, quando si acquista una gabbia è meglio ricordarsi che l’estetica della struttura può passare in secondo piano. Inoltre, è consigliabile che la forma della dimora di questi dolci animali sia tale da consentir loro di trovare angoli in cui potersi sentire riparati. La forma rettangolare favorisce anche l’inserimento di ogni accessorio indispensabile o utile.
L’importanza della pulizia e’ fondamentale per la salute degli uccellini e la praticità della pulizia diviene quindi una caratteristica prioritaria nella scelta della gabbia giusta.
Igienizzare la gabbia periodicamente deve essere semplice ed efficace, e questo dipende soprattutto dal tipo di gabbia utilizzata dai materiali con cui è costruita. Indubbiamente il cassettino deve essere estraibile, in modo che possa venir lavato e disinfettato senza alcun problema.

Il materiale con il quale è costruita la gabbia

È importante che le gabbie per volatili siano robuste e prodotte per resistere ai colpi di becco degli uccelli. Normalmente si utilizzano il legno, gli acciai e le plastiche, sia per la loro resistenza, ma anche perché si tratta di materiali che consentono una pulizia adeguata.
Per quel che concerne la scelta del legno si deve tenere conto che alcune varietà di uccelli non tollerano determinati legni, risultandone allergici.
La scelta della gabbia deve quindi tener conto anche di queste pur rare peculiarità.

Quanto deve essere grande la gabbia

In linea di massima, considerando lo spazio disponibile da dedicare alla gabbia, essa dovrà essere grande a sufficienza per consentire all’uccellino di aprire le ali al meglio e volare tra gli appoggi. Se poi la gabbia è destinata a più di un esemplare, bisognerà considerare uno spazio congruo per tutti gli animali, per il loro movimento e per più di un abbeveratoio.
E’ importante evidenziare che oggi fenditura della gabbia dovrà essere lontana dall’altra così da non provocare disagi causati da becco o zampe incastrate.

Gli accessori delle gabbie per uccelli


Ogni gabbia per uccelli deve essere dotata di accessori utili e in alcuni casi indispensabili:- una mangiatoia per ogni uccellino presente. La
mangiatoia è preferibile che sia in plastica e, naturalmente estraibile.

  • L’abbeveratoio per bere e dissetarsi
  • Un altro accessorio che deve essere presente nella gabbia è il posatoio. Le dimensioni dei posatoi devono essere adeguate all’uccello che li dovrà utilizzare, poiché, se acquistati di misura errata, potrebbero rivelarsi non adatti, e compromettere l’equilibrio dei nostri amici alati.
  • Gli uccelli, inoltre hanno bisogno della vaschetta per il bagno. Infatti, ogni giorno, tutti gli esemplari si lavano all’interno del l’apposita vasca, la cui acqua che dovrà venire cambiata quotidianamente.
  • Per la riproduzione, negli appositi periodi, si consiglia di mettere un piccolo nido di vimini, necessario agli uccellini appena nati.
  • Per ultimi, ma non per questa ragione meno importanti, non dimentichiamo i giocattoli appositamente ideati per gli uccelli: scalette e ogni tipo di pendaglio per combattere la noia e rendere agiata la loro esistenza.

Qual è la posizione migliore per la gabbia

Una volta che si è scelta la gabbia che si ritiene sia la più adatta, bisogna decidere in quale zona della casa collocarla.
In effetti, non tutte le stanze sono uguali per le necessità e le caratteristiche degli uccelli. Il bagno, per esempio, è umido; la cucina con i suoi vapori e odori potrebbe essere un luogo fastidioso.
Il posto migliore può essere una zona della casa semi aperta, come ad esempio un terrazzo coperto e isolabile con tende fisse o pareti scorrevoli; un’ottima scelta è anche una veranda, perché è luminosa e aerata.
Ma non tutte le case hanno a disposizione la veranda: allora andrà molto bene anche un luogo luminoso, magari nei pressi di una finestra che potrà quindi essere aperta all’occorrenza, consentendo agli uccellini di ottenere frescura.
Evitare, però, in qualsiasi caso la luce diretta dei raggi solari, perché potrebbe compromettere la salute degli uccelli.

Torna su