il miglior materasso a molle rigido

La scelta del materasso é di primaria importanza per svolgere in modo efficiente tutti i compiti della propria quodianitá, per questa ragione spiegheremo in questo articolo quali sono le differenze che possono guidare un acquisto per il materasso a molle rigido che meglio si addica alle proprie esigenze.

Cos’é un materasso a molle rigido e come funziona?

Per prima cosa vanno definiti alcuni concetti importanti: il materasso a molle rigido è il più utilizzato a livello nazionale, perché oltre ad avere un costo ridotto rispetto ad altri materiali, raggiunge la comodità di un range di persone più vasto.
Il materasso a molle é composto da una serie di molle di forma spirale che determinano, a seconda della rigidità di ciascuna, un pronto sostegno per la colonna vertebrale durante le ore del riposo. La forma a spirale è anche ottima per contrastare contraccolpi subiti da cambi bruschi di posizione che si hanno durante il sonno, funzionando da ammortizzatori in modo automatico.

materasso a molle

Alcuni materassi a molle vengono ulteriormente definiti insacchettati: in questi casi specifici le molle sono poste singolarmente all’interno di tasche di tessuto, così da diminuire l’effetto elastico ed agevolare un sostegno di tipo diverso.

Che materiali compongono un materasso a molle?

Solitamente le molle di tipo classico possono essere di leghe di alluminio tali da non permetterne l’arrugginimento o il consumo a causa dell’usura. Proprio la presenza di queste molle libere da materiali tessili nelle immediate vicinanze permettono un’areazione del materasso tale da far asciugare qualsiasi forma di umidità che viene trasmessa dalla sua primaria superficie.
La parte restante del materasso può essere in lattice, in memory foam o in lana a seconda della propria comodità.

Prodotto Sponsorizzato.  2021-02-25

Guida alla scelta del materasso a molle rigido

Il comfort personale durante le ore di riposo deve essere il primo obiettivo da porsi per la scelta del materasso.
Il lattice è una gomma naturale derivante dal caucciù e che per questa ragione risulta al tatto più morbida rispetto ad altri materiali. Per questa ragione é ottima per pesi ridotti come quelli dei bambini e dei soggetti in crescita in generale, affinché non si ponga di contrasto all’allungamento degli arti nel corso del tempo.
La lana é un materiale che ad oggi risulta desueto, perché è stato sostituito, non senza rimpianti per alcuni, da altri materiali notevolmente più tecnologici nel corso del tempo: la lana risulta troppo accondiscendente nei confronto del corpo che riposa, perché non solo segue le curvature del corpo durante tutte le sue posizioni, ma le estremizza ed incoraggia posture sbagliate. Inoltre la lana é un materiale incline al proliferare di acari e parassiti ed é quindi difficile da tenere adeguatamente pulito.
Il memory foam é un materiale piuttosto avanzato, la cui invenzione è stata promossa dalla NASA per poter fornire agli astronauti ulteriore comfort. Un materasso in memory solitamente gode, a seconda della densità scelta per il materiale, di una capacità di resilienza istantanea, capace di tornare alla sua forma originaria una volta terminata la pressione sulla sua superficie.
I materassi a molle rigidi hanno una struttura interna capace di seguire le curve naturali del corpo durante tutta la fase del risposo e sono composti nella parte più superficiale da uno dei materiali sopra elencati così da ottimizzare la possibilità di relax.

A chi é adatto il materasso a molle rigido?

Questo tipo di materasso conta su di un’invidiabile sostenibilità del corpo, in accordo con tutti coloro che abbiano un peso notevole da sostenere oppure che desiderino una maggiore rigidità nella spina dorsale. In questo caso il materasso a molle rigido è ideale per chi ama dormire dritto sulla schiena e vuole sentire tutte le vertebre in relax assoluto.


Coloro che affrontano quotidianamente lavori usuranti, che si piegano spesso sulle ginocchia sia in modo corretto sia in modo scorretto, sentono a fine turno una pesantezza direttamente sulla zona lombare o, nel peggiore dei casi, lungo tutta la colonna vertebrale che è stata ripetutamente sforzata. In questi casi è opportuno, assieme alla dovuta ginnastica, optare per un sostegno più serio al di sotto del proprio corpo, che permetta una corretta postura durante il sonno e restituisca la freschezza di cui si ha maggiormente bisogno: ecco come il giusto materasso a molle può alleviare le situazioni di stress.


A seconda di come sia stata pensata la rigidità delle molle, si potranno poi avere, azienda per azienda, spiegazioni personalizzate su quale modello fra quelli presenti sul mercato, sia il migliore per il proprio comfort.

Torna su