Trapani a colonna: la guida e la lista dei più venduti

Trapani a colonna: la guida e la lista dei più venduti

Arriva un momento nella vita di ogni appassionato di fai da te che non voglia semplicemente fare piccoli lavoretti in cui deve munirsi di uno strumento fondamentale, e arricchire la sua cassetta degli attrezzi.

Stiamo parlando del trapano e nello specifico del trapano a colonna

Un trapano a colonna si differenzia da altre tipologie di trapano per la presenza di alcuni elementi e di alcune funzionalità.
Questo attrezzo, infatti, possiede un basamento centrale che permette di fissarlo al tavolo da lavoro, un piano su cui appoggiare il materiale sul quale si sta lavorando e una colonna, all’estremità della quale è posta la parte del trapano con cui si lavora e alla quale vengono applicate le differenti punte.

Le caratteristiche di cui si è parlato rendono questo trapano estremamente preciso e sicuro e adatto anche per i principianti.
Ma come fare a scegliere il trapano a colonna più adatto per le proprie esigenze? Come fare a non sbagliare?
La prima cosa da considerare quando si decide di acquistare per la prima volta un trapano a colonna è l’utilizzo che intendiamo farne: se desideriamo impiegarlo solo per piccoli lavoretti su legno, anche un trapano di media qualità andrà bene.

Il miglior trapano a colonna

Einhell Bt-Bd 501 E, Trapano a Colonna
41 Leggi tutte le recensioni
Einhell Bt-Bd 501 E, Trapano a Colonna
  • Tensione di ingresso nominale: 230 V, 50 Hz
  • Potenza: 500 W
  • Modalità di funzionamento: S2 15 min.
Einhell Trapano a Colonna BT-BD 401
115 Leggi tutte le recensioni
Einhell Trapano a Colonna BT-BD 401
  • Avanzamento a cinghia per regolazione della velocità su puleggia
  • Albero a forare su cuscinetti
  • Mandrino a cremagliera
Bosch PBD 40 Trapano a Colonna, 710 Watt, Foro Max. Nell'Acciaio e Legno, 13 mm e 40 mm, in Cartone
100 Leggi tutte le recensioni
Bosch PBD 40 Trapano a Colonna, 710 Watt, Foro Max. Nell'Acciaio e Legno, 13 mm e 40 mm, in Cartone
  • Trapano a colonna PBD 40 per una foratura precisa e un impiego semplice
  • Agevole esecuzione di forature in serie, grazie all'indicatore digitale, che consente di leggere con facilità l'esatta profondità di foratura
  • Con laser integrato per forature precise e minitorcia a LED per una buona illuminazione dell'area di lavoro

trapanocolonna

Se invece vogliamo lavorare su metalli duri è necessario acquistarne uno che abbia una buona resistenza.

Più il materiale in cui è realizzato è di qualità più il trapano potrà essere utilizzato anche su oggetti molto duri, senza rovinarsi.

In particolare è soprattutto il banco da lavoro a dover essere a dover essere molto duro.

Quando acquistate il trapano allora è sempre meglio privilegiare un prodotto in ghisa che offre le migliori garanzie di resistenza meccanica. Un trapano solido, inoltre, è anche un trapano molto più stabile e conseguentemente più sicuro.
Un’altra cosa da tener presente è la durezza delle punte che devono essere anch’essi realizzate in materiali tali da poter forare sia il legno che il metallo senza subire danni.

Generalmente le punte migliori sono quelle in cromo di vanadio, acciaio e ghisa.
I principianti, ma anche coloro che non desiderano perdere tempo, dovrebbero poi scegliere modelli privi di cinghie regolabili che se non assicurate bene possono minare la stabilità dell’attrezzo.
Infine, dovete tener conto di un’ulteriore elemento: il prezzo.

I trapani a colonna migliori possono costare molte centinaia di euro, e se avete un budget limitato cercate di acquistare un prodotto di minore qualità, ma che rispecchi almeno in parte le caratteristiche indicate.